Lavoro ibrido: come Covid-19 sta cambiando le modalità di lavoro consolidate

Il coronavirus ha costretto le aziende di tutto il mondo a cercare nuovi modi di organizzare il proprio lavoro. Un modello che combina il lavoro a distanza e l'orario in ufficio è un'opzione praticabile per la maggior parte di loro.

Ma che aspetto ha in pratica il lavoro ibrido e che impatto ha sullo spazio ufficio? Secondo un sondaggio recentemente condotto da un membro di Studio Alliance Capexus, Il 38% dei dipendenti considera una combinazione di lavoro da casa e ufficio per ottimizzare la propria produttività.

Processo decisionale in tempi di persistente incertezza

La situazione attuale richiede alternative forme di comunicazione aziendale, orario di lavoro e presenza fisica in ufficio. Alcune aziende hanno consentito ai dipendenti di continuare a lavorare da remoto almeno fino al 2021, altre hanno introdotto orari scaglionati e gruppi di lavoro più piccoli sul posto di lavoro. Tuttavia, la persistente incertezza sugli sviluppi futuri ha portato al lavoro ibrido, che combina il lavoro remoto con il lavoro d'ufficio.

La propensione per questo modello è confermata anche da a Può studiare da Stanford, il che mostra che il 55% dei lavoratori americani desidera unire il lavoro a casa e in ufficio. Secondo il nostro sondaggio dell'ambiente di lavoro nel periodo Covid, il 38% dei dipendenti considera una combinazione di lavoro da casa e ufficio come la migliore in termini di produttività.

Che aspetto ha ora il lavoro ibrido e che aspetto avrà in futuro?

Le caratteristiche di base del lavoro ibrido includono una maggiore autonomia per i dipendenti nel decidere dove desiderano lavorare in un dato momento. Richiede inoltre ai dipendenti di pensare attivamente a chi devono lavorare e quando, chi devono incontrare di persona, cosa influisce sulla loro produttività e cosa devono fare. Il lavoro ibrido non è certo sinonimo di completa libertà e flessibilità.

Il monitoraggio fisico delle persone nel team è stato sostituito dalla gestione delle attività. In pratica, le aziende che hanno adottato un approccio ibrido spesso fissano giornate per riunioni e collaborazioni in ufficio e giornate di lavoro a distanza per svolgere attività con focus individuale. La presenza fisica è adatta, ad esempio, per:

  • lancio o completamento di progetti
  • assumere un nuovo membro e costruire la squadra
  • sincronizzare le attività
  • incontri con i principali partner e clienti


Prospettive diverse sul lavoro ibrido

Nicholas Bloom, professore di economia alla Stanford University e telelavoratore, stima che le persone lavoreranno da casa in media due giorni alla settimana dopo che la pandemia si sarà placata. Secondo lui, questa configurazione è ideale per mantenere la produttività e ridurre lo stress del pendolarismo.

Marco Minervini, ricercatore in progettazione organizzativa presso la business school europea INSEAD, avverte che un modello misto può creare un divario tra chi lavora in ufficio e chi lavora a casa. Secondo lui, il lavoro ibrido può potenzialmente peggiorare il divario di genere, perché ci si aspetta che le donne si assumano le responsabilità delle pulizie.

Per leggere l'articolo completo, visita Capexus

https://www.capexus.cz/en/blog...

Autore della foto: Unsplash